Chi sei: un segmentatore o integratore?

Sei uno di quelli che “lasciano il lavoro al lavoro” o non ti dà fastidio quando le attività lavorano sono intrecciate con questioni quotidiane? Rispondendo a questa domanda, sarai in grado di rendere la tua vita più armoniosa ed equilibrata. E quelli intorno a te ti ringrazieranno anche.

Sembrerebbe che oggi molti di noi siano semplicemente costretti a lavorare da casa, sia che gli piaccia questa situazione, e quindi questo problema non è rilevante come prima. Tuttavia, questo è ciò: se il nostro stile di lavoro non corrisponde al nostro tipo, questo può portare presto al burnout e al lavoro eccessivo.

Come capire chi sei?

I segmentatori stanno cercando di separare il lavoro dal resto delle sfere della vita il più possibile, mentre agli integratori non dispiace tornare di tanto in tanto anche nel fine settimana o in vacanza, per non parlare delle serate.

“Posso lavorare un po ‘, quindi trascorrere del tempo con la mia famiglia o fare le faccende domestiche e poi tornare di nuovo al lavoro”, ammetti Lawrence Steel, professore associato dell’Università di Mijami,.

NOTE SEAD: non è necessario che ognuno di noi sia un segmentatore o integratore al 100%: molto spesso stiamo parlando di gravitare con un particolare stile di comportamento.

Nel libro “House and Work: We Concordd sui confini della vita di tutti i giorni”, il sociologo Kristen Nippert-Engen spiega che i segmentatori spesso si forniscono un chiaro “spartiacque” tra lavoro e casa, usando diversi oggetti per questo. Quindi, iniziano diari diversi per attività commerciali e domestiche, si vestono nei giorni feriali in modo diverso rispetto al fine settimana, anche se l’ufficio non ha un codice di abbigliamento rigoroso e così via.

L’autore fornisce un esempio di Mary, che mantiene sul desktop un diario in cui registra riunioni importanti e attività di lavoro. Allo stesso tempo, ha un calendario sul muro in cui celebra i giorni delle vacanze per bambini e le prossime vacanze. Lawrence Steid crede che i segmentati debbano solo disconnettersi completamente dal lavoro, mentre per gli integratori è abbastanza normale a tarda sera aprire un laptop e rispondere a un paio di lettere aziendali.

È possibile che tu sia solo un integratore. In ogni caso, avendo parlato nel quadro della sua ricerca con i dipendenti di Google, l’Eng Nippert ha scoperto: di cui ci sono più di due terzi degli integratori che sono “a volte molto difficili da dire dove finisce il lavoro e La vita privata inizia “.

Se non capisci ancora chi sei, prova a guardarti per un paio di settimane.

“Scrivi esattamente quando lavori, quanto, quanto – questo ti aiuterà finalmente a capire se stai mescolando il lavoro e la vita privata o condividi chiaramente”, suggerisce il consulente di carriera Synthy Pong.

Secondo lei, la maggior parte degli esperti ha consigliato di separare rigorosamente le sfere della vita, ma ora è chiaro che questo non è adatto a tutti. Ahimè, a volte devi obbedire alle circostanze. Ad esempio, ora molti sono costretti a lavorare da casa, il che significa che i confini sono sfocati. Sì, e la cultura aziendale dell’azienda in cui lavoriamo può costringerci a lavorare non solo in un momento speciale assegnato per questo.

Se gestisci un team, è tanto più importante per te capire che alcuni dei tuoi dipendenti potrebbero non condividere il tuo approccio al lavoro. Prima di scrivere una lettera di business a qualcuno a tarda sera, chiediti: “È così necessario che mi rispondano subito? Vale la pena aspettare fino al mattino o almeno prendere nota nella lettera che la soluzione al

problema dura fino a domani?” – consiglia lo Styd.